Instagram

Vivi con noi un viaggio indimenticabile

Image Alt

India

“Namaste”, ovvero “adoro la divinità che è in te”, è il saluto per accogliere ogni persona che arriva in India, un mondo antico ricco di storia arte e cultura. Meraviglie architettoniche, naturalistiche e culturali, così numerose da non poterle elencare. L’India è unica e offre indimenticabili scorci per qualsiasi tipo di viaggiatore. Sono innumerevoli le possibilità per lasciarsi sedurre ed emozionare da questa affascinante destinazione: le regioni del Nord con i tesori delle antiche città del Rajasthan, le città dei Maharaja come Jaipur, la città rosa, con il forte di Amber e il Palazzo dei Venti, Fatehpur Sikri città abbandonata costruita dal più grande imperatore della dinastia Moghul Akbar e ancora Agra con il suo Taj Mahal, perla architettonica dell’oriente islamico tutta costruita in marmo bianco.

Storia e cultura si arricchiscono con religione e sacralità: Varanasi con le sacre sponde del fiume Gange dove ci si può immergere nel mistero del ciclo delle rinascite e delle reincarnazioni. Vita e morte si intrecciano ancora nei Ghat, i gradoni lungo le sponde, con gli affascinanti riti che si svolgono contemporaneamente: le abluzioni, le pire funebri, la cerimonia dell’Aarti con centinaia di lumini ad olio che vengono affidati alla corrente del fiume. Emozioni, stupore e meraviglia che si possono provare solo visitando i luoghi e toccando con mano le emozioni di questa cultura. Ma l’India è anche natura: le regioni dell’Himalaya Indiano, il Ladakh con i loro paesaggi di deserti di alta montagna e fiumi azzurri dove le tradizioni buddhiste tibetane si sono tramandate nei secoli. E infine le Regioni del Sud, che riassumono cultura, natura, religione e benessere: Il Tamil Nadu con le sue città sacre, gli splendidi Templi Dravidici con gli alti Gopuram (torri trapezoidali arricchite e decorate con illustrazioni delle numerose divinità Indù), e il Kerala (regione dalla natura rigogliosa) sulle cui colline vengono coltivate le spezie tipiche della cultura gastronomica indiana, per arrivare poi alle zone di mare come Goa in cui si sono diffuse le pratiche Ayurvediche per il benessere del corpo e della mente.

Da sapere

Formalità d'ingresso

È richiesto il passaporto in corso di validità con minimo di 6 mesi dalla data di rientro e per ottenere il visto consolare sono richiesti il passaporto con 2 pagine libere continue, 2 fototessera a colori, il modulo debitamente compilato online e poi allegato ai documenti da inviare al consolato

Lingua

Hindi - Inglese

Valuta

Rupia indiana (INR)

Fuso orario

+ 4,30 ore rispetto all’Italia; + 3,30 ore quando in Italia vige l’ora legale

Clima

Il periodo migliore per visitare l’India del Sud va da ottobre a marzo. Il momento migliore per visitare l'India del nord è invece da ottobre ad aprile

Disposizioni sanitarie

Nessuna vaccinazione è obbligatoria. In alcune regioni e solo in determinati periodi dell'anno si consiglia la profilassi antimalarica

Cucina

La cucina indiana è varia. Esistono delle notevoli differenze regionali dal nord al sud, in parte a causa del clima e in parte per le influenze succedutesi nel corso della storia

You don't have permission to register